Quanto consuma un frigorifero in casa?

Quanto consuma un frigorifero

Indispensabile 24 su 24: ma quanto consuma un frigorifero e come risparmiare?

È in funzione 24 ore su 24 ed è assolutamente indispensabile in ogni casa: stiamo parlando del frigorifero, un elettrodomestico che nel corso del ‘900 ha rivoluzionato il modo di conservare gli alimenti. Ma ti sei mai chiesto quanto consuma un frigorifero?

Non che se ne possa fare a meno ovviamente, ma sicuramente è possibile adottare delle ottime soluzioni per risparmiare e tutelare l’ambiente: vediamo quali, partendo proprio dal capire i suoi consumi energetici.

4 fattori che incidono sul consumo del tuo frigorifero

In generale un frigorifero consuma mediamente dai 100 ai 240 W/h, ma per andare nello specifico è necessario considerare:

  1. Classe energetica (e l’età). Basta consultare la scheda dell’elettrodomestico, dove sono riportati anche i watt consumati in un anno: considera che quella A+++ è la classe energetica più alta.
  2. Dimensioni. Un frigo grande e di elevata capienza, consuma di più rispetto a un modello più piccolo, soprattutto se non è adeguato al reale fabbisogno domestico.
  3. Capacità di raffreddamento. Una buona capacità di raffreddamento dei cibi, permette di evitare inutili dispersioni di calore, cali di prestazioni e, quindi, di ottimizzare i consumi.
  4. Stabilità di temperatura. Mantenere la temperatura interna stabile è fondamentale per non compromettere l’efficienza dei frigoriferi, soprattutto in presenza di condizioni climatiche esterne variabili.

Quanto consuma un frigorifero e come risparmiare?

Considerando queste variabili possiamo farci un’idea di quanto consuma un frigorifero, ma è più importante capire quali sono i modi per risparmiare sull’energia elettrica che occorre per farlo funzionare:

  • Scegliere un elettrodomestico efficiente. Sono da preferire i frigoriferi combinatiossia dotati anche di un reparto di congelamento, o quelli definiti “no frost”, che si distinguono per l’ottima resa energetica.
  • Conservare i cibi con cura: un sovraccarico può renderlo meno efficiente, quindi attento a come li disponi e non posizionarli davanti alle prese d’aria.
  • Non introdurre cibo caldo: un piccolo accorgimento per ottimizzare i consumi, perché gli alimenti caldi aumentano la dispersione di calore.
  • Impostare la temperatura corretta. Per minimizzare i consumi il frigorifero dovrebbe lavorare sempre ad una temperatura stabile tra i 3°C e i 5°C, mentre il congelatore tra -18°C e -15°C.
  • Manutenzione. Mantenere pulito il frigo aiuta a renderlo più efficiente e quindi a risparmiare energia elettrica. Per farlo controlla che le bobine siano prive di polvere per garantire un miglior flusso d’aria e permettere al compressore di lavorare meno, sbrina regolarmente il congelatore e cambia, quando si consuma, la guarnizione in gomma sulla porta, che protegge il frigorifero da fuoriuscite d’aria.
  • Autoprodurre energia elettrica. Un impianto fotovoltaico cattura l’energia solare e la converte in energia elettrica utile per alimentare gli elettrodomestici.

Ora che sai quanto consuma un frigorifero e quanti fattori incidono, inizia fin da subito a tagliare i costi in bollettaContatta gli esperti di Ecotecno Group, che dopo aver effettuato un sopralluogo gratuito, ti consiglieranno la miglior soluzione  per installare un impianto fotovoltaico efficiente!

    Desideri maggiori informazioni?