Quali sono i sistemi di riscaldamento domestico rinnovabile

Sistemi di riscaldamento domestico

Freddo in arrivo: ecco i migliori sistemi di riscaldamento domestico green

Il consumo energetico sempre in crescita, sia in ambito civile che industriale, sta portando al completo esaurimento delle risorse non rinnovabili, come il petrolio, ancora troppo utilizzato. Ma cosa possiamo fare noi, nel “nostro piccolo”, per mitigare questo fenomeno estremamente pericoloso?

Una delle soluzioni migliori è convertirsi ai sistemi di riscaldamento domestico rinnovabile, che utilizzano, appunto, le fonti di energia rinnovabili.

Quali sono le energie rinnovabili?

Le energie rinnovabili sono forme generate da fonti che si rigenerano o non sono “esauribili” nella scala dei tempi umani, quindi il cui utilizzo non pregiudica le risorse naturali per le generazioni future.

Sono considerate fonti di energia rinnovabile:

  • L’energia Solare (dal sole)
  • L’energia Eolica (dal vento)
  • La Geotermica (dal calore del sottosuolo)
  • L’energia Idroelettrica (dai corsi d’acqua)
  • Le Biomasse (da piante, animali, scarti e rifiuti organici)

Fatta eccezione delle biomasse, le altre energie richiedono processi di generazione elettrica a basso impatto ambientale e non producono gas terra (metano, anidride carbonica, protossido di azoto). Quindi, a differenza di quelle non rinnovabili o fossili (petrolio, carbone, gas naturale, uranio), non consumano risorse esauribili del pianeta e non producono sostanze che danneggiano l’ambiente e la nostra salute.

Come riscaldare casa con le fonti rinnovabili?

Passiamo allora alla pratica per capire come riscaldare casa e risparmiare, ma anche senza inquinare. Esistono diverse soluzioni green che permettono di sfruttare le fonti rinnovabili sopra citate: sicuramente quelle più diffuse sono quelle che utilizzano l’energia solare per produrre energia elettrica, quindi alimentare elettrodomestici (come i climatizzatori), le caldaie e scaldare l’acqua sanitaria.

3 sistemi di riscaldamento domestico rinnovabile

  1. Pompe di calore. Un esempio sono le pompe di calore geotermiche, che estraggono il calore da una fonte naturale (aria, acqua e terra) per riscaldare gli ambienti e l’acqua, trasferendolo all’interno. Alcuni apparecchi sono reversibili e permettono anche di raffreddare.
  2. Impianto fotovoltaico. Sono costituiti da moduli fotovoltaici che catturano l’energia solare per produrre energia elettrica che alimenta elettrodomestici, quindi anche i condizionatori che scaldano e raffreddano casa, ma anche l’acqua sanitaria.
  3. Impianto solare termico. Tra i migliori sistemi di riscaldamento domestico rinnovabile anche questo tipo d’impianto, che cattura la luce solare e la utilizza per alimentare le caldaie e scaldare l’acqua.

Una scelta green, per un risparmio in bolletta

Utilizzando le fonti di energia rinnovabile è possibile risparmiare fino al 70% sulla bolletta, per esempio del gas. Inoltre in questo periodo è possibile anche usufruire di un importante incentivo, il Superbonus 110% che riguarda interventi di efficientamento energetico, ai quali si può abbinare l’installazione di un impianto solare o fotovoltaico, facendolo rientrare nella detrazione.

Scopri di più sulla cessione del credito e lo sconto in fattura del Superbonus 110% e, per il tuo sistema di riscaldamento domestico green, chiedi un preventivo agli esperti di Ecotecno Group: da oltre 25 anni ci impegniamo per la difesa dell’ambiente e nel diffondere la cultura dell’energia rinnovabile.

 

    Desideri maggiori informazioni?