Incentivi per Aziende

Transizione ecologica, efficientamento energetico e finanza come cogliere le opportunità

Incentivi per Aziende
RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

Cos'è il bonus Investimenti Sud

Il Credito d’imposta Mezzogiorno (meglio conosciuto come Bonus Investimenti Sud) è un’agevolazione a favore dei soggetti con reddito d’impresa che acquistano macchinari, impianti e attrezzature nuove da destinare a strutture produttive nelle regioni del Mezzogiorno d’Italia (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna Molise e Abruzzo).

Per quanto riguarda ad esempio l’installazione di un impianto fotovoltaico, da parte delle imprese del Mezzogiorno, il credito d’imposta è del 45% (per piccole imprese) cumulabile con il credito d’imposta beni strumentali che può arrivare fino al 50%. Tale cumulabilità fa sì che l’imprenditore possa recuperare fino al 95% dell’investimento.



Cosa prevede il bonus Investimenti Sud

Il Bonus Investimenti Sud prevede un credito d’imposta pari al 45% per le piccole imprese, pari al 35% per le medie imprese e pari al 25% per le grandi imprese.

Bonus investimenti Sud: Cosa fare per ottenerlo

Per fruire del credito d’imposta, si presenta un’apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate nella quale si indicano i dati degli investimenti agevolabili e il credito d’imposta del quale è richiesta l’autorizzazione alla fruizione.

Come usare il bonus investimenti Sud

Il credito d’imposta autorizzato può essere utilizzato esclusivamente in compensazione con il modello F24 utilizzando apposito codice tributo, a partire dal quinto giorno successivo alla data di rilascio della ricevuta attestante la fruibilità.



Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali

Cosa è il credito d’imposta per investimenti in beni strumentali

Il Credito d’imposta in Beni Strumentali, che ha sostituito dal 1 gennaio 2020 il super ed iper-ammortamento, è un agevolazione a favore dei tutti i soggetti economici residenti in Italia che acquistano beni strumentali nuovi sia immateriali e materiali rientranti nelle categoria Industria 4.0 che beni ordinari. Gli impianti fotovoltaici aziendali ad esempio sono beni strumentali.

Cosa prevede Il credito d’imposta in Beni Strumentali

Il Credito d’imposta in Beni Strumentali prevede un beneficio fino al 50% per i beni materiali Industria 4.0, fino al 20% per i beni immateriali Industria 4.0 e fino al 10% per tutti i beni ordinari.

Credito d’imposta per beni strumentali: Cosa fare per ottenerlo

Per fruire del credito d’imposta, non si presenta alcuna istanza occorre solo che il bene sia entrato in funzione ed interconnesso se si tratta di investimento bene Industria 4.0.

Come usare il credito d’imposta per beni strumentali

Il credito d’imposta autorizzato può essere utilizzato esclusivamente in compensazione tramite modello F24 in cinque o tre quote annuali (a seconda degli importi) a decorrere dall’anno successivo a quello di entrata in funzione ovvero dell’anno successivo a quello di avvenuta interconnessione per gli investimenti in beni Industria 4.0

Focus Finanza

LA NORMATIVA PERMETTE LA POSSIBILITA’ DI FINANZIARE L’INVESTIMENTO TRAMITE MUTUO BANCARIO E LEASING FINANZIARIO (NON NOLEGGIO) CON LA POSSIBILITA’ DI GODERE DELL’AGEVOLAZIONE FISCALE SUL VALORE DEL CONTRATTO A PRESCINDERE DALLA DILAZIONE O AMMORTAMENTO DEL FINANZIAMENTO

Non continuare a sprecare
risorse e opportunità:

SEGUICI SU