Risparmio energetico in casa: le soluzioni green

Risparmio energetico casa

Come ottenere un risparmio energetico in casa e rispettare l’ambiente

I consumi energetici sono tra le prime preoccupazioni delle famiglie italiane. Accanto a quello economico, ovviamente molto importante, c’è però il fattore ambientale che incide in modo netto sulla salute del pianeta e dell’uomo. Ma com’è possibile ottenere un risparmio energetico in casa? La soluzione è la green economy.

Cos’è la green economy

Se ne sente parlare sempre più spesso, ma qual è il vero significato di questa “economia verde”? Si tratta del modello economico delle aziende che puntano alla riduzione dell’impatto ambientale, riducendo i potenziali danni che possono verificarsi durante il ciclo di vita dei prodotti di business. La green economy propone quindi soluzioni a basso impatto ambientale, volte a ridurre il consumo di energia, promuovendo uno sviluppo sostenibile. 

Chi lo dice che anche le famiglie, come le aziende, non possano optare per una green economy “home made” per ottenere un risparmio energetico in casa?

Risparmio energetico in casa? È possibile con le energie rinnovabili

Le soluzioni principali per consumare meno energia tra le mura domestiche sono offerte dalle famose energie rinnovabili. Cosa sono? Quelle forme di energia generate da fonti che per loro natura si rigenerano o non sono “esauribili” nella scala dei “tempi umani” e il cui utilizzo non pregiudica le risorse naturali per le generazioni future. 

Sono considerate infatti “fonti di energia rinnovabili”:

  • Il sole;
  • Il mare;
  • Il vento;
  • Il calore della terra;

Si differenziano in modo netto dalle “energie non rinnovabili” come petrolio, gas, carbone e gas naturale).

Quali sono le soluzioni green quindi per risparmiare energia in casa?

  • Installare un impianto solare termico: significa catturare, tramite un dispositivo, l’energia solare e utilizzarla in ambito casalingo, ad esempio per alimentare caldaie (che solitamente vanno a gas), e quindi scaldare casa e ottenere acqua sanitaria. I vantaggi? Un risparmio sulla bolletta fino al 50%, zero emissioni grazie ad energia gratuita e rinnovabile. Il solare termico è quindi una scelta ecologica che contribuisce al risparmio economico ma anche a quello delle emissioni inquinanti nell’atmosfera. 
  • Installare un impianto fotovoltaico: si tratta di un impianto elettrico costituito da moduli fotovoltaici che sfruttano l’energia solare per produrre energia elettrica

Qual è la differenza tra impianto solare termico e fotovoltaico? Il primo cattura l’energia solare per produrre acqua calda sanitaria, il secondo per alimentare gli elettrodomestici.

Oltre ad ottenere un risparmio energetico in casa, queste soluzioni green, permettono di assicurarsi una detrazione fiscale sulla spesa e usufruire dell’incentivo legato allo scambio sul posto dell’energia elettrica non utilizzata.

francesca chiappetti

Francesca Chiappetti

Ufficio amministrativo

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Desideri maggiori informazioni?

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy
Desidero essere contattato