Cos’è il collaudo dell’impianto fotovoltaico e a cosa serve?

collaudo-impianto-fotovoltaico

Perché è importante e come effettuare il collaudo dell’impianto fotovoltaico

Hai appena installato o lo farai a breve, dei pannelli fotovoltaici, e ti stai chiedendo se ci sono delle procedure da seguire?

Una volta terminata la fase d’installazione, è necessario effettuare e ottenere il certificato di collaudo dell’impianto fotovoltaico, per verificarne il corretto funzionamento.

Ma a cosa serve nello specifico e chi se ne occupa? Andiamo a scoprirne di più.

Collaudo dell’impianto fotovoltaico: cos’è e a cosa serve

Il collaudo è un atto tecnico-amministrativo che si effettua alla fine dell’installazione dell’impianto stesso e rappresenta una delle attività più importanti nella fase di realizzazione dell’impianto, in quanto permette di:

  • effettuare un’accurata ispezione del lavoro svolto;
  • rilevare eventuali difetti;
  • fare verifiche tecniche funzionali al termine dei lavori di installazione.

Il collaudo, quindi, serve a salvaguardare gli interessi del committente, perché una mancata produzione di energia a causa di un guasto significherebbe un minor resa dell’impianto stesso in termini economici.

Una volta effettuata la procedura, si ottiene il certificato di collaudo dell’impianto fotovoltaico, una dichiarazione attestante l’esito delle verifiche effettuate e un documento obbligatorio per poter accedere allo scambio sul posto.

Cosa significa scambio sul posto fotovoltaico?

Il servizio di Scambio sul Posto è una particolare forma di autoconsumo in sito che consente di compensare l’energia elettrica prodotta e immessa in rete in un certo momento con quella prelevata e consumata in un momento differente da quello in cui avviene la produzione.

Cosa verificare prima di effettuare il collaudo

Prima di eseguire le verifiche tecnico-funzionali finalizzate al collaudo, è consigliabile verificare che:

  • vi siano condizioni di irraggiamento stabili in modo da rendere stabili le misure effettuate;
  • vi sia una radiazione di almeno 600 W/m2 allineando il sensore di radiazione al piano dei moduli;
  • che i moduli siano puliti.

Importante anche che non vengano effettuate le verifiche nelle ore più calde e in giornate afose, in quanto la presenza di umidità nell’aria determina un aumento della componente diffusa, aumento che a sua volta comporta un rendimento del campo più basso.

Chi effettua il collaudo dell’impianto fotovoltaico?

Questa procedura così delicata e importante deve essere effettuata da specialisti con provata esperienza.

Infatti, le fasi principali di un collaudo riguardano degli aspetti molto tecnici, come l’esame visivo che consente di verificare che l’impianto sia conforme al progetto, e alla legge, l’esame dei cavi e dei conduttori, la continuità elettrica e così via.

A chi rivolgersi per effettuare il collaudo (e installare l’impianto fotovoltaico)

Scegliere le energie rinnovabili a casa e in azienda, è sicuramente una delle iniziative green più importanti che si possano mettere in pratica.

Come abbiamo visto però, gli aspetti tecnici sono molto delicati, anche perché seguire la corretta procedura permette di ottimizzare la resa dell’impianto, ottenere delle agevolazioni economiche ed essere conforme alla legge.

Per l’installazione e il collaudo dell’impianto fotovoltaico rivolgiti allora a dei professionisti del settore come noi di Ecotecno Group: contattaci e fissa un appuntamento per definire tutti dettagli.

    Desideri maggiori informazioni?